LA SCIENZA DICE...

La vitamina B17 è stata testata dalla scienza moderna?

La vitamina B17 è stata testata dalla scienza moderna? La risposta è SI. 

 

E’ logico e ragionevole che la FDA (Food and Drug Administration) e altre organizzazioni contro il cancro alla fine tentarono di investigare intorno al clamore che il Laetrile aveva causato. Sono stati fatti molti tests sul Laetrile negli ultimi 30 anni. 

Questa sezione si concentrerà su uno dei maggiori di questi studi, che fu condotto per 5 anni da parte del dipartimento n° 1 di ricerche per il cancro in America, chiamato Sloan Memorial Ketering Cancer Research Center (SMKCR) di New York.

Nel 1972 lo SMKCR commissionò al suo migliore ricercatore di condurre dei tests per un periodo di 5 anni (tra il 1972 e il 1977), che mettessero finalmente a tacere la “ciarlataneria” sul Laetrile. Lo chiesero al dott. Kanematsu Sugiura, il loro migliore ricercatore, il più anziano, con oltre 60 anni di esperienza nella ricerca sul cancro, che era impiegato sotto la loro direzione dal 1917, e che nella sua vita si è totalmente consacrato alla ricerca sul cancro.

Il dott. Kanematsu era un uomo fidato, la sua onestà e integrità era ammirata e indiscussa da parte di tutti. Centinaia di lavori suoi sono stati pubblicati.

Il dott. Chester Stock, il capo divisione del laboratorio analisi dello Sloan Kettering, scrisse: “Pochi tra i vari uomini nella ricerca sul cancro sono tanto vividamente conosciuti come Kanematsu Sugiura. Il massimo riguardo nel quale il suo lavoro viene tenuto è forse descritto nel modo migliore da un commento che mi fece su di lui un investigatore sulle ricerche sul cancro proveniente dalla Russia: “Quando Sugiura pubblica, noi sappiamo che non dobbiamo ripetere lo studio, tanto otterremmo lo stesso risultato che lui ha riportato”.

Alla conclusione degli esperimenti, il 15 giugno 1977 lo Sloan Kettering organizzò un incontro per un comunicato stampa. Intervenirono più di 100 reporters e mezza dozzina di cameramen delle maggiori stazioni televisive, per ascoltare il lungamente atteso verdetto sul Laetrile da parte del centro più prestigioso del mondo per la ricerca sul cancro.

Sul palco sedevano medici con incredibili credenziali. Il dott. Robert Good cominciò a parlare. Dopo commenti generici che condannavano il Laetrile ed il suo utilizzo, passò il microfono al dott. Stock.; lo stesso dottor Chester Stock che aveva commissionato il lavoro di Sugiura prese in mano il microfono e cominciò a descrivere nei dettagli la sperimentazione. Non appena la sua voce cominciò a biascicare, … fu evidente che tutti gli occhi dei presenti erano puntati sul dottor Sugiura, ma non gli veniva data la possibilità di parlare. Il comunicato stampa ufficiale disse: “… Il Laetrile è stato dimostrato non avere nessuna attività preventiva, nessuna regressione tumorale, nessuna attività anti-metastatica, nessuna attività curativa contro il cancro”. Non poteva essere più categorico di così, il capitolo sul Laetrile si poteva chiudere…

Sfortunatamente per il capo dello Sloan Kettering, ci fu un piccolo-grande imprevisto che sciupò tutto … e fu quando improvvisamente un giornalista gridò: “Dottor Kanematsu Sugiura, tiene fede al suo credere che il Laetrile fermi la crescita del cancro?”. Lui rispose: “Si, io lo credo”.

Quelle parole devono essere state come coltelli su quel mucchio di semi-dei sulla pedana. La ragione per questo è che il dottor Sugiura era il più eminente ricercatore sul cancro dell’America, e probabilmente del mondo intero, a quel momento. 

Il dottor Sugiura ha condotto ricerche sul cancro dal 1911. Pareva come se questo quieto, altamente rispettato ricercatore volesse dormire quieto nel suo anonimato.

Circa 60 anni più tardi, alla fine del 1972, gli fu chiesto dallo Sloan Ketering di testare il Laetrile, ed lui acconsentì. Come ha detto Ralph Moss nel libro The Cancer Industry: “Solo perché il dottor Sugiura ha fatto quello che gli è stato chiesto, e perché ha registrato quanto ha visto, lui ha dovuto vivere per vedere i vecchi amici abbandonarlo, i parenti più vicini fallire nel supportarlo, ed i colleghi formali mettere in dubbio in modo denigratorio la sua sanità mentale e la sua competenza”. 

Quando gli venne chiesto “Perché sono così contro il Laetrile?”, il dottor Sugiura rispose: “Io non so. Può darsi che alla professione medica non piaccia il Laetrile perché stanno guadagnando molti soldi (con i metodi tradizionali)”.

Il dottor Sugiura disse: “La parte più interessante riguarda le metastasi … Quando il cancro al seno cresce di circa 2 centimetri di diametro o più, nell’80% dei casi si sviluppano metastasi al polmone. Ma con il trattamento con il laetrile/amigdalina la percentuale viene ridotta a circa il 20%”.

Sugiura è stato moralmente messo alla prova. Ma altri ricercatori hanno ottenuto essenzialmente gli stessi risultati positivi. Il dottor Loyd Schloen, un biochimico allo Sloan Kettering, aveva incluso enzimi proteolitici alle sue iniezioni di laetrile, e riportò il 100% di percentuale di cura tra i suoi topi bianchi. 

Questo dato doveva essere sepolto. A questo scopo vennero cambiati i protocolli delle sperimentazioni e le quantità di laetrile somministrate, per essere certi che i tests fallissero, e questo infine fu quanto resero pubblico.

Le reali conclusioni del dottor Sugiura erano le seguenti:

· IL LAETRILE INIBISCE LA CRESCITA DEI TUMORI

· ESSO FERMA LE METASTASI DEL CANCRO NEI TOPI

· ESSO ALLEVIA IL DOLORE

· ESSO AGISCE NELLA PREVENZIONE DEL CANCRO

· ESSO MIGLIORA LA SALUTE GENERALE

Il dottor Sugiura, con grande coraggio, rifiutò di accettare la distorsione del suo resoconto scientifico: “Io scrivo quello che vedo!” dichiarò. “Il Laetrile è una buona medicina palliativa” (una medicina che mantiene una buona qualità di vita del paziente - ndr)”. Lui è stato perseguitato a causa di questo, una storia che il dottor Ralph Moss racconta nel suo libro The Cancer Industry.

Il dottor Moss, capo delle relazioni pubbliche allo Sloan Kettering, protestò contro questo insabbiamento in diversi modi …

Le motivazioni dello Sloan Kettering sono chiaramente rivelate nei verbali di un meeting che riunì i vertici il 2 luglio 1974. Le discussioni erano private ed esplicite. Il deputato John Kelsey – rappresentante della Camera dei Rappresentanti del Michigan – ottenne il verbale grazie ad un atto sulla libertà di informazione promulgato qualche anno dopo. Il fatto che numerosi dirigenti dello Sloan Kettering fossero convinti dell’efficacia dell’amigdalina pare assodato, loro solo non erano sicuri se diffonderne l’uso. Ma non erano interessati nella sperimentazione di questo prodotto naturale. Da World Without Cancer il verbale cita: “… lo Sloan Kettering non è entusiasta circa gli studi sull’amigdalina, ma sarebbe interessato a studiare una medicina che rilasci cianuro”.

Lo Sloan Kettering voleva un uomo che producesse loro una formula chimica brevettabile, che “mimasse” le qualità trovate nell’amigdalina. Questo è quello a cui conduce la brama di denaro. Se viene alla ribalta un trattamento veramente effettivo contro il cancro o una cura come i semi di albicocca, questo può essere causa di un disastro economico per “l’industria del cancro”.

Il dottor Ralph Moss ha lavorato per lo Sloan Kettering durante gli esperimenti sull’Amigdalina, che rese pubblici il 18 novembre 1977, esponendo le bugie raccontate dallo Sloan Kettering a proposito degli esperimenti sul Laetrile. Fu licenziato il giorno seguente per aver “fallito nel compiere la sua più basilare responsabilità, che comprende mentire quando il tuo capo ti dice di farlo”. 

Non ci credete? Fate ricerche da voi stessi … 

 

Vuoi leggere tutto l'articolo? scarica l'allegato

SCARICA L'ALLEGATO

Download
la scienza dice
test_scienza.pdf
Documento Adobe Acrobat 1.6 MB