TERAPIA E PROTOCOLLO secondo www.worldwithoutcancer.org.uk

Tratto da "The Ultimate Guide to VITANIN B-17 METABOLIC THERAPY"

AVVERTENZE:
Le seguenti informazioni sono state ricavate dai protocolli dei trattamenti anti-cancro ormai praticati nelle cliniche alternative per il cancro in tutto il mondo. Molti medici che praticano la medicina alternativa ritengono questi trattamenti altamente efficaci nella cura e nella prevenzione del cancro umano ed animale. Qualunque lettore dovrà consultare un medico prima di prendere qualunque decisione in merito al trattamento.

 

Descrizione dei componenti della Terapia Metabolica


Amigdalina/Laetrile/B17 iniettabile

In Messico, la vitamina B17 nella terapia metabolica viene somministrata attraverso iniezioni endovena per i primi 21 giorni della terapia (fase I) del trattamento, e poi per via orale (fase II). Alcune compagnie producono le fiale di B17 iniettabile da 3 grammi. Ci sono 10 fiale per scatola. All’Oasis of Hope Hospital vengono somministrati da 6 a 9 grammi al giorno di B17 per i primi 21 giorni. Usano questo protocollo sia il dottor Contreras che il dottor Harold Manner . La B17 iniettabile normalmente viene somministrata insieme al DMSO (dimetil-sulfoxide), un potente agente di penetrazione dei tessuti cellulari.

Nota: tests clinici hanno dimostrato ripetutamente che la vitamina B17 è veramente efficace quando usata congiuntamente agli enzimi pancreatici, usati per sciogliere il rivestimento proteico peri-cellulare delle cellule maligne. Le vitamine A ed E nella loro forma emulsionata, insieme ad alte dosi di vitamina C, vitamina B15, antiossidanti, ed altri elementi nutritivi naturali vengono usati in congiunzione alla B17 per attaccare le cellule del cancro. Tutte le cliniche che somministrano la terapia metabolica ai propri pazienti usano sempre questi supplementi.

Amigdalina/Laetrile/B17 in pastiglie

La somministrazione orale della vitamina B17 è il metodo la più comodo e usato. Queste pastiglie contengono ingredienti attivi della B17 derivati dai semi di albicocca. Generalmente sono disponibili nei dosaggi da 100 mg a pastiglia, o 500 mg. Queste pastiglie vengono sempre prese insieme ai semi di albicocca. Il dottor Contreras raccomanda: 

2-4 pastiglie da 100 mg al giorno come supplemento nutritivo a fini preventivi
4-6 pastiglie da 500 mg al giorno come supplemento nutritivo per i malati di cancro, prese insieme con enzimi, antiossidanti, ed altri supplementi.

Supplemento di enzimi: Megazyme Forte

Le preparazioni di enzimi pancreatici contenenti Tripsina e Chimotripsina sono da considerarsi parte essenziale della terapia con la vitamina B17. La dose orale di enzimi pancreatici è di solito 3 capsule x 3 volte al giorno due ore dopo ogni pasto, per un totale di 9 capsule al giorno. La Bromelaina è anche inclusa nel regime per il suo effetto proteolitico, e per un possibile effetto sinergico con la vitamina B17. Il dottor Krebs affermava: “L’effetto disgregante di questi enzimi sulla membrana peri-cellulare delle cellule maligne è qualcosa di molto concreto nell’immunologia del cancro. Io suggerisco – al posto dell’uso delle capsule – di assumere questi enzimi direttamente dagli alimenti, papaia e ananas fresche. Può essere assunta mezza ananas al giorno senza problemi”.
La preparazione di enzimi raccomandata dai dottori Krebs, Nieper e Binzel, idealmente, potrebbe contenere i seguenti ingredienti:


- Pancreatina ……………………………… 1250mg
- Papaina …………………………………… 150mg
- Bromelaina ………………………………. 150mg
- Tripsina …………………………………… 125mg
- Lipasi ……………………………………… 50mg
- Amilasi ……………………………………. 50mg
- A-Chimotripsina …………………………. 45mg
- Rutina …………………………………….. 100mg
- Timo di vitello crudo concentrato ……. 55mg
- Zinco gluconato ………………………... 10mg
- Super Ossido Dismutasi ………………. 50mcg
- Catalasi …………………………………. 200 unità
- L-Glutatione ……………………………. 10mg


Vuoi leggere tutto il protocollo? Scarica l'allegato
 

SCARICA L'ALLEGATO

Download
terapia wwc-uk
terapia_wwcuk-2.pdf
Documento Adobe Acrobat 136.9 KB