La prestigiosa Mayo Clinic scopre l'acqua calda!

Ecco come si muove l'establishment medico ... sulle spalle dei poveri malati! Leggete!

Così cita l'articolo apparso su diverse testate giornalistiche mondiali (anche italiane):

"Due pazienti con un tumore prostatico inoperabile sono migliorati dopo solo una dose di un nuovo farmaco sperimentale.
E’ difficile assistere a miglioramenti così importanti e per questo i ricercatori della Mayo Clinic (ovvero una delle cliniche più importanti del mondo) hanno deciso di rivelare la notizia prima ancora che fossero finiti i test farmacologici.
Il Dott. Eugene Kwon, l’urologo che era incaricato del trattamento dei due pazienti in questione, dopo aver esaminato i risultati ha dichiarato:”Questo è uno di Sacri Graal della ricerca sul cancro prostatico. Lo abbiamo atteso per anni.”
Il cancro di prostata è il cancro più comune negli uomini con 34.000 nuovi casi e più di 10.000 morti sono segnalati ogni anno solo in Gran-Bretagna.
A Rodger Nelson e Fructuoso Solano-Revuelta era stato diagnosticato il cancro alla prostata in stadio avanzato ed avevano deciso di ricoverarsi presso la Mayo Clinic. I medici gli avevano informati che il cancro ormai si era infiltrato nei tessuti vicino alla prostata e che quindi non gli restava che qualche mese di vita normale e avevano loro prescritto solo cure palliative. Ma dopo solo un’infusione del farmaco ipilimumab, un anticorpo monoclonale che stimola il sistema immunitario, i loro tumori si sono rimpiccioliti abbastanza da poter essere rimossi chirurgicamente. Entrambi gli uomini da allora hanno avuto un recupero completo e sono tornati ad una vita normale.
I due ex pazienti facevano parte di un trial sperimentale che comprendeva 108 pazienti di cui 54 avevano ricevuto il farmaco sperimentale. I test continuano ma i due pazienti sono stati adesso esclusi dalla ricerca per sottoporli all’intervento chirurgico.
Il Dott. Kwon ha detto ieri: “A metà strada dei test abbiamo cominciato a vedere risposte notevoli. Alcuni pazienti hanno avuto un restringimento così importante dei loro tumori che erano praticamente spariti. Non avevamo mai pensato che un farmaco potesse essere in grado di far diventare operabile un tumore inoperabile perchè per noi questa evenienza non era certo possibile.”
“Questi erano pazienti per quale non c’era speranza. Il corso della loro malattia è stato alterato in modo drammatico. Abbiamo ora un importante risultato che non ci eravamo di certo aspettati, non ci resta che completare la ricerca”
Ha infatti detto che i risultati dovranno essere confermati con ulteriori studi e nei risultati pubblicati in un giornale scientifico peer-reviewed. Una ricerca più importante inizierà nel prossimo autunno".


A questa notizia Salute Natura non può che esultare, ma nello stesso tempo ridere di gusto! Sono almeno 60 anni e più che medici seri - ma dalla medicina "ufficiale" tacciati come "alternativi", "spacciatori di medicina quacchera" - affermano sulla base della propria decennale esperienza chesostenendo in qualunque modo il sistema immunitario, il corpo stesso farà fronte alla battaglia contro il cancro. Ed ora che la prestigiosa Clinica Mayo "scopre l'acqua calda", allora diventa una notizia sensazionale da prima pagina! Questo è per noi assolutamente scandaloso!

Mio marito Pietro in prima persona continua attualmente a combattere la propria battaglia contro il cancro con una speciale e semplice terapia che alza le difese immunitarie (siamo seguiti all'Oasis of Hope Hospital di Tijuana, Messico, dal dott. Contreras), e gli oncologi italiani - pur non avendo altro da proporre che chemio assassine a sempre maggiori dosaggi, da lui ovviamente rifiutate - non hanno altro da dire che "noi non crediamo nelle terapie che lei sta facendo" o "dobbiamo proprio dirle che lei sta sprecando i suoi soldi con quei messicani"...

Sorvolando sui commenti fatti dai medici italiani, che parlano nonostante la loro ignoranza sulle terapie da noi seguite; e sorvolando anche sulle battute razziste riguardanti i soldi rubati a noi dagli altri medici "stravaganti e alternativi", dimentiche che anche loro prendono dal popolo italiano - e dunque anche da noi - parte del loro lauto e non sempre meritato stipendio; sorvolando molto, dunque, ciò che abbiamo da dire è che le terapie che Pietro sta facendo funzionano, esattamente come il misterioso "farmaco sperimentale" della clinica Mayo, che non è altro che un immuno-stimolante del sistema immunitario. Probabilmente la blasonata clinica ha trovato il modo di brevettare qualche formula immuno-stimolante, e di far guadagnare soldini a qualche interessata casa farmaceutica... 


Ebbene, sappiate invece che le migliori sostanze immuno-stimolanti si ricavano principalmente dal cibo, e da sostanze e procedimenti del tutto naturali. A chi ha orecchie per intendere, intenda!


Giorgia Testa