ENZIMI, ENZIMI, ENZIMI!

Come incrementare naturalmente i miei enzimi digestivi

Gli enzimi pancreatici (prodotti dal pancreas) formano la prima linea di difesa che il corpo possiede contro il cancro. Le cellule cancerogene sono ricoperte e protette da uno strato proteico, che quando viene rimosso lascia le cellule tumorali allo scoperto, ed i leucociti (i globuli bianchi del sangue) – che costituiscono la naturale difesa del corpo – riescono con efficacia ad uccidere le cellule del cancro. Se il corpo è incapace di penetrare e rompere il rivestimento proteico delle cellule cancerogene, allora esse si moltiplicheranno e si diffonderanno in giro per il corpo (metastasi), dando inizio alla formazione di più tumori.
Occorre dunque fare in modo di avere sempre un alto supplemento di enzimi digestivi facendo la terapia metabolica, in modo che l’Amigdalina possa agire efficacemente. 
In questo senso, non solo è importante avere delle riserve extra di enzimi proteolitici da assumersi via orale, ma occorre anche fare in modo da eliminare qualunque pratica della nostra alimentazione che possa bruciare anche le nostre riserve enzimatiche naturali.
Che cosa esaurisce le nostre riserve naturali di enzimi?
Le proteine animali (carne, latte, formaggi) mettono in questo senso un’enorme quantità di stress sul nostro sistema digestivo, mentre quelle vegetali richiedono veramente pochi enzimi (tripsina e chimotripsina) per essere digerite. La digestione per il nostro corpo a volte può diventare un’attività estenuante. A volte il nostro stomaco può impiegare dalle 15 alle 70 ore per digerire completamente le proteine animali (soprattutto la carne), in dipendenza dalle nostre abitudini alimentari. Ad esempio, il modo in cui combiniamo gli alimenti che mangiamo è molto importante. Non dovremmo mai combinare le proteine con i carboidrati: bistecca e patate, pollo e pasta, uova e toast, pasta al ragù, sono solo alcuni esempi di tale sbagliata combinazione. Infatti, il corpo produce due differenti tipi di succhi gastrici al fine di digerire proteine e carboidrati: un succo acido per digerire le proteine, un succo alcaloide per i carboidrati. Quando entrano in contatto si neutralizzano a vicenda, producendo una massa putrida in decomposizione, che in alcuni casi può essere ancora in putrefazione dentro il nostro corpo dopo oltre 70 ore!
Non vogliamo entrare nei dettaglio di tutto questo, vi incoraggiamo a fare da voi stessi le vostre ricerche.
Vi ricordiamo solo che il risultato di un’alimentazione sbagliata porta i nostri enzimi ad essere totalmente coinvolti nella digestione, lasciando il corpo privo dei catalizzatori biologici necessari a costituire la prima linea di difesa contro le cellule tumorali in formazione.
Così, se state pianificando di fare la terapia nutrizionale con l’Amigdalina, escludete le proteine animali dalla vostra dieta, altrimenti perderete il vostro tempo.

 

Come posso incrementare i mie enzimi digestivi?

 


-Prima di tutto, tagliando la carne dalla mia dieta come detto sopra.
-In secondo luogo, aggiungendo enzimi nel nostro corpo attraverso cibi ricchi di enzimi digestivi o proteolitici. Ci sono molti enzimi digestivi di origine animale, ma si possono prendere anche quelli di derivazione vegetale, come la papaina (nella papaia) e la bromelaina (nell’ananas). E’ piuttosto comune per chi sta facendo la terapia nutrizionale con l’amigdalina, consumare mezzo ananas al giorno (o berne il succo senza zucchero). Per chi non riuscisse a mangiare mezzo ananas al giorno, può servirsi della bromelaina e della papaina in pastiglie.