CAPIRE IL CIBO NELLE SUE COMPONENTI BIOCHIMICHE

Da "Mille piante per curare il cancro senza chemio", del dottor Giuseppe Nacci

Che il cibo sia la tua medicina, e che la medicina sia il tuo cibo…
Ippocrate di Kos

 

Il cibo che mangiamo dev’essere compreso nelle sue componenti bio-chimiche, poiché è da esse che derivano le nostre capacità di tutelare la nostra salute e quindi di vivere il più a lungo possibile, senza malattie e in buone condizioni psico-fisiche: in tal senso, patologie cronico-degenerative come artrosi, osteoporosi, malattie autoimmuni, tumori, cardiopatie, diabete e deficit neurologici (Alzheimer, Parkinsonismi, Sclerosi Multipla o Sclerosi a Placche, etc…) verrebbero ad essere ben controllate.
Il cibo può essere schematicamente suddiviso in:
Carboidrati
Proteine
Grassi e/o Olii
Vitamine

 

Vuoi leggere tutto l'articolo? Scarica l'allegato

SCARICA L'ALLEGATO

Download
CAPIRE IL CIBO-NACCI
capire il cibo.pdf
Documento Adobe Acrobat 648.4 KB